Pizza integrale

Postato il

Ricetta della pizza integrale, versione diversa della classica pizza fatta in casa, per non rinunciare al gusto mangiando sano. Buonissima, soprattutto con verdure e, ovviamente, con mozzarella filante!

Per l’impasto si segue il procedimento già usato per il pane integrale, ovviamente poi invece di fare le pagnottelle, stenderemo la pasta su teglie da forno, farciremo a piacere e….viaaaa verso il forno 🙂

Lista Ingredienti :

  • 500 gr. farina integrale
  • 1 tazza (da latte) di acqua
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 2 cucchiai di olio d’oliva (di quello buono, ne guadagnerà in sapore)
  • 1 cucchiaino di miele per attivare la lievitazione (o zucchero)
  • un pizzico di sale

per farcire: ingredienti a piacere. io ho usato:

  • asparagi (precedentemente lessati al dente)
  • carciofi (già cotti e insaporiti in padella o se preferite quelli sott’olio)
  • salsiccia già cotta in padella
  • prosciutto crudo
  • mozzarella o sottiletta
  • pomodori pelati frullati con il minipimer
  • olio evo q.b.
  • origano (facoltativo)
  • sale q.b.

Informazioni aggiuntive :

  • Dosi: per 2 pizze ( varia a seconda del diametro della teglia usata)
  • Difficoltà: media
  • Tempo di preparazione: impasto + almeno 6 ore di lievitazione + un’ora di lievitazione dopo aver dato steso l’impasto nella teglia + 20/25 minuti in forno
  • Costo: basso

Preparazione:

Iniziamo sciogliendo (a parte, in una ciotola) il cubetto di lievito nella quantità di acqua indicata.

Importante: usate acqua tiepidina tendente al freddo, mai calda né freddissima: il calore “uccide” il lievito e poi la pizza (o qualsiasi lievitato) non lieviterà e vi ritroverete un mattoncino da buttare via 😉

In un’altra ciotola invece mettere la farina integrale e il sale e girare con una forchetta

farina integrale-sale

Unire l’olio d’oliva e il miele all’acqua con lievito sciolto dentro, e versare questo mix liquido nella ciotola della farina.

Impastare finché non si ottiene un impasto liscio e omogeneo, continuando a questo punto a lavorare l’impasto con forza con le nocche delle mani, per attivare per bene la lievitazione

impasto-scelto

Coprire la ciotola con la pellicola trasparente e bloccarla con un elastico, in modo da evitare correnti d’aria all’impasto (questo perché la farina integrale lievita molto più lentamente della farina bianca); può andar bene anche un canovaccio pulito, basta che mettiate l’impasto lontano da correnti d’aria (io lo metto nel forno spento, al chiuso)

Ogni dure ore circa (ovvero quando si vede che l’impasto ha raddoppiato di volume) rompere la lievitazione: ovvero impastare nuovamente per qualche minuto l’impasto. Poi ricoprire con la pellicola e l’elastico. Questo servirà a rendere il pane più leggero.

Rompere la lievitazione per 2 volte e dopo l’ultima fare una bella croce sull’impasto con un coltello e ricoprire nuovamente con la pellicola.

impasto-integrale-croce

Quando l’impasto sarà nuovamente raddoppiato di volume, prenderlo dal recipiente e versarlo su un piano (stavolta con delicatezza senza maneggiarlo eccessivamente). E’ molto importante non maneggiarlo molto per non rompere la lievitazione

e con una spatola taglia-pasta (o con un coltello, basta essere delicati e non schiacciare troppo l’impasto) tagliare un pezzetto, che andremo a stendere con le mani con delicatezza su una teglia ricoperta di carta forno o, se la teglia è antiaderente e testata, anche senza carta forno: evitare però di ungere la teglia di olio, la pizza non deve venire fritta ma cotta col calore del forno. Ovviamente chi possiede una pietra da forno andrà ancora meglio 😉

stendo-pizza-integrale

 

nota: stendere l’impasto con delicatezza è importante, soprattutto per gli impasti integrali, perché evita che vengano spezzate le fibre e garantisce così una lievitazione leggera in cottura. Inoltre usare le mani e non il matterello, perché con quest’ultimo l’impasto si schiaccia troppo e avremo un risultato duro e compatto quando mangeremo la nostra pizza integrale.

A questo punto accendiamo il forno a 180° per portarlo a temperatura e nel frattempo prepariamo le nostre farciture, a piacere. Io ho fatto delle pizze rosse, quindi ho frullato i pelati con un minipimer e poi ho condito questa salsa di pomodoro con sale, olio e origano.

Stendere sulla pizza la salsa

pizza-integrale-salsa e gli altri ingredienti scelti, in questo caso asparagi su una pizza e carciofi e salsiccia sull’altra (tenere la mozzarella da parte).

pizza-integrale-asparagi

pizza-integrale-carciofi-salsiccia

e infornare la pizza quando il forno sarà arrivato a temperatura

Dopo circa 15 minuti (quando la pizza è quasi pronta) aprire il forno e aggiungere la mozzarella a cubetti o la sottiletta e continuare la cottura altri 5 minuti e infine la sforniamo

La mettiamo su un piatto da portata e la gustiamo calda e filante! 🙂

La nostra pizza integrale è pronta. Buon appetito! 😉

pizza-integrale-filante


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.